Category Archives: Moabit


Dalla Cina con furore

Sono stata in Cina e il cielo era grigio anche lì, ma in modo diverso da quello di Berlino: pollution, la chiamano.
È l’inquinamento, che si appiccica addosso veicolato da una pioggerella fine come il gambo di una cipolla, mentre i suoi fumi si mescolano a un odore forte e animale, a tratti agrodolce. (more…)

Whatsapp?

Plin plin plin, plin plin plinplinplinpli.
– Certo è fastidioso sto coso.
– Scusa, mamma.
– State sempre attaccati… Ma poi che vi dite?
– Ma niente, cazzeggiamo… è Whatsapp… (more…)

Tre anni

 

È alto quanto un gatto che si rizzi sulle zampe per acchiappare una mosca e, a lasciarlo solo, si reggerebbe a malapena in piedi, con l’andatura ancora incerta e titubante di chi ha da poco finito di gattonare.
Curioso, vuole vedere come si fa la pizza. (more…)

Liberté

Oggi non sono riuscita a scrivere il racconto.
Dovevo andare al Bürgeramt di Moabit, essere lì di mattina presto per risolvere questioni. (more…)